Pages Menu
Facebook
Categories Menu
Cavitazione e carbossiterapia estetica per uomo e donna Roma

Cavitazione e carbossiterapia estetica per uomo e donna Roma

L’adiposità localizzata e/o la cellulite, per la donna principalmente in regione trocanterica e sottoglutea e per gli uomini in regione addominale risulta essere un inestetismo che spesso deve essere risolto chirurgicamente, ma sono altrettanto numerosi i casi in cui non vi è un’indicazione chirurgica e vengono utilizzate simultaneamente la carbossiterapia e la cavitazione, due metodiche con effetti molto soddisfacenti.

La cavitazione estetica

La terapia ultrasonica per mezzo di cavitazione utilizza ultrasuoni che mettono in risonanza l’acqua contenuta all’interno del tessuto adiposo. Tale risonanza fa si che si formino delle vere e proprie bolle gassose all’interno del tessuto, l’implosione delle quali produce prima la rottura dei legami intercellulari degli adipociti e poi continuando con l’applicazione la rottura specifica della parete cellulare di una parte degli adipociti.

Consente inoltre di ridurre il rischio di lassità cutanee marcate dopo cavitazione, soprattutto in regione addominale migliorando la struttura della pelle. Ha comunque un’azione lipolitica diretta e indiretta sul grasso pertanto svolge un’azione complementare alla lipocavitazione.

cavit2carbossit

La carbossiterapia estetica

La carbossiterapia è un utile trattamento estetico capace di ridurre la cellulite le adiposità localizzate su pancia, cosce, glutei e fianchi, non solo, negli ultimi anni si è rivelato un ottimo metodo per ridisegnare l’ovale del volto, per ridare turgore al collo e al decolleté e per compattare la pelle delle braccia e delle gambe, inoltre questa tecnica di medicina estetica aiuta a rassodare tutta la zona a cancellare le smagliature più recenti.

Il trattamento viene praticato dal medico estetico con un ago da filler, piccolo e sottile: vengono fatte microiniezioni di anidride carbonica, sia nel derma sia sottocute.
L’ anidride carbonica viene emessa da un apparecchi sicuri e collaudati che permettono di gestire la CO2 con tranquillità e in completo confort, il trattamento non comporta rischi e non risulta dolorosa.

L’azione del trattamento è sia meccanica che chimica.

Da una parte la carbossiterapia provoca l’ immediata riapertura dei capillari chiusi, migliorando il microcircolo e quindi l’ ossigenazione dei tessuti.
Dall’altra la carbossiterapia favorisce il riallineamento delle fibre elastiche, grazie a uno stimolo diretto sui fibroblasti, le cellule-operaie che tessono nuovo collagene ed elastina.
Ne risulta un miglioramento della “pelle rilassata”.

 

Gli effetti della carbossiterapia sulla cellulite sono la levigazione della pelle a buccia d’arancia e la riduzione di volume delle adiposità localizzate. La carbossiterapia infatti rompe le membrane delle cellule grasse – effetto lipoclasico – e riduce gli accumuli di grasso localizzato.

 

Già dopo le prime sedute, si nota la pelle più tonica e si attenuano le smagliature e la pelle a “buccia d’ arancia”.

Quante sedute di carbossiterapia sono necessarie?

Per avere risultati importanti si consiglia un ciclo di almeno 10 sedute da precedere a 5 o più sedute di cavitazione.  Infatti la cavitazione permette la fuoriuscita di parte del grasso che verrebbe successivamente smaltita dall’organismo attraverso il torrente circolatorio attivato dalla carbossiterapia.