Pages Menu
Facebook
Categories Menu

Tecnica del Nappage Intradermico

Questa innovativa tecnica infiltrativa prevede l’effettuazione di numerose iniezioni intracutanee molto superficiali nella zona da trattare. Si tratta di realizzare manualmente alcune iniezioni al secondo, distanziate 2-3 millimetri, con angolo d’incidenza rispetto alla superficie cutanea di 30-60 gradi, facendo penetrare l’ago 2-4 millimetri (per effettuare iniezioni cosi superficiali ci sipuò anche avvalere di rondelle di silicone o tubetti di plastica opportunamente tagliati e applicati all’ago), mantenendo costante la pressione sullo stantuffo della siringa contenente il cocktail dei prodotti da iniettare.

L’obiettivo del nappage intradermico è la stimolazione del derma papillare, quella parte del derma compreso tra l’epidermide e il plesso vascolare superficiale, che continua intorno agli annessi cutanei ed è costituito da sottili fibre collagene, fibre elastiche e reticolari, disposte perpendicolarmente alle superficie. In esso gli elementi cellulari  sono numerosi e vengono direttamente stimolati dai farmaci iniettati in situ.